IN EVIDENZA
8 marzo, il lavoro femminile rimanga al centro dell’attenzione

“Una ricorrenza, quella dell’8 marzo, quest’anno ancora più speciale dato il periodo che viviamo, in cui le donne continuano a mostrare grandissima forza e capacità di resistenza, nonostante le difficoltà, anche nel mondo imprenditoriale del nostro territorio. A loro il nostro più grande augurio e la massima vicinanza dell’Associazione, di cui sono parte fondamentale, per superare questo momento difficile”.

Così ha voluto omaggiare il mondo femminile il Presidente di Confartigianato Imprese Ancona – Pesaro e Urbino, Graziano Sabbatini, nella giornata dedicata alla Festa della Donna. “Come è stato evidenziato dalle ultime rilevazioni Istat, sono le donne ad aver perso più posti di lavoro nel 2020 a causa della pandemia – ha proseguito. “Su 444mila posti persi, 312mila erano di donne. Questo ci deve far riflettere attentamente su quanto sia importante e necessario continuare a lavorare affinché le donne possano avere stesse opportunità e parità di trattamento degli uomini. Siamo davvero ancora troppo lontani da questo traguardo ed è un ritardo che penalizza fortemente la società e il suo stesso sviluppo economico”.

Confartigianato, ha aggiunto il Presidente, “è da sempre attenta al mondo del lavoro e del fare impresa femminili, e il Gruppo Donne Impresa lavora da tempo per una svolta nella gestione delle politiche e degli interventi dedicati. Ora più che mai – ha continuato – è necessario continuare a spingere per norme che consentano alle donne una migliore conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, che forniscano sostegno concreto al fare impresa e il supporto per la tenuta sul mercato delle imprese stesse, con interventi mirati per l’accesso al credito, la formazione continua e l’innovazione. Necessari anche la riforma della burocrazia, un problema per più di 1 impresa femminile su 3 (37%), e del fisco, dato che l’eccessiva pressione fiscale risulta essere un problema per 1 impresa femminile su 2 (49%) a oggi”.

L’Associazione, ha concluso Sabbatini, “continuerà a essere sempre al fianco delle lavoratrici e imprenditrici, affinché queste richieste possano trovare finalmente riscontro e applicazione concreta”.

ASSOCIATI