IN EVIDENZA
“AmiAmo la VITA”, il progetto di Confartigianato e Questura contro il disagio giovanile

“AmiAmo la VITA”. È lo slogan del progetto dedicato ai ragazzi delle scuole e nato dalla collaborazione tra Confartigianato Ancona – Pesaro e Urbino e il Gruppo Giovani Imprenditori, la Questura dorica e la Direzione Generale dell’Ufficio scolastico regionale.

L’iniziativa è stata presentata nel corso di una conferenza stampa nella sede della Questura di Ancona e ha lo scopo di sensibilizzare i giovani nel fare attenzione a comportamenti che, a volte senza una piena consapevolezza, mettono in atto verso se stessi e verso gli altri e che possono avere conseguenze gravi a livello psicologico, fisico, ma anche a penale.

“AmiAmo la VITA” è un colorato e pratico depliant che spiega e riassume cosa si intende per bullismo e in quali forme si manifesta, a cosa fare attenzione quando si naviga nel web, a cosa si va incontro quando si consumano alcol o droghe. Da qui gli appelli “svitiAmo il bullone”, “usiAmo bene il web”, “giochiAmo con intelligenza”, “non bruciAmo la gioventù” e, ben in evidenza, il numero unico di emergenza 112 al quale rivolgersi in caso di necessità.

“Questo progetto nasce in stretta sinergia con la Questura, abbiamo cercato di trovare il modo migliore per comunicare con i ragazzi. La nostra Associazione rappresenta anche 30 mila persone e con progetti come quello che presentiamo oggi, vogliamo dare un segnale di vicinanza alla comunità” ha detto Pierpaoli che ha anche sottolineato “è necessario, però, restituire alla Questura dorica un ruolo centrale. L’impegno profuso quotidianamente dalle forze dell’ordine è sotto gli occhi di tutti e il fatto che il personale, nonostante la riduzione significativa di agenti, vada anche nelle scuole per incontrare i ragazzi, dimostra quanto abbia a cuore la città.   Bisogna fare tutto quanto è possibile per contrastare gli effetti di un declassamento in terza fascia che è tanto più ingiustificato perché parliamo del capoluogo di Regione”.

“La prevenzione è un tema centrale per la nostra Associazione e importantissima è la collaborazione con la Questura con cui abbiamo già portato avanti un progetto contro le truffe agli anziani”, ha spiegato Paolo Longhi, presidente del Comitato territoriale di Ancona di Confartigianato. “Oltre le imprese rappresentiamo le persone e progetti come questo sono in linea con il nostro impegno negli istituti scolastici per la formazione professionale dei più giovani”.

Contro fenomeni come bullismo e cyberbullismo, assunzione di alcol e droghe, la repressione non serve e non basta. È necessario, ha detto il Questore Capocasa, un patto tra scuola, genitori, studenti, forze dell’ordine, magistratura e media.

La brochure, di cui sono già state stampate le prime 10.000 copie, è in distribuzione negli Istituti Comprensivi di Ancona e provincia e presso tutti i luoghi di aggregazione giovanili.

Scarica la brochure