CORONAVIRUS
Approvata la tutela del datore di lavoro in caso di contagio dei lavoratori

È legge la norma che tutela il datore di lavoro in caso di contagio dei lavoratori fortemente voluta da Confartigianato (leggi ‘Colpevoli’ di essere imprenditori? No alle responsabilità penali per eventuali contagi)

È stato approvato in via definitiva al Senato il DL Imprese, dopo l’ok alla Camera dei Deputati del 27 maggio scorso, il provvedimento che contiene la norma che tutela la posizione del datore di lavoro in caso di contagio da Covid19 dei propri dipendenti sui luoghi di lavoro.

La norma (precisamente l’art. 29 bis) prevede che il datore di lavoro assolve il suo obbligo di tutelare l’integrità fisica e morale del lavoratore ai sensi dell’art. 2087 del codice civile applicando le prescrizioni contenute nel “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro, sottoscritto il 24 aprile 2020 tra il Governo e le parti sociali, e successive modificazioni e integrazioni, e negli altri protocolli e linee guida di cui all’articolo 1, comma 14, del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, nonché mediante l’adozione e il mantenimento delle misure ivi previste”.

La norma stabilisce inoltre che in subordine possano essere applicate le prescrizioni specifiche previste da Protocolli specifici di Settore.

È ora attesa la sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

ASSOCIATI