CREDITO e BANDIAPERTO
Bando enoturismo delle Marche 2022

La Regione Marche punta a valorizzare l’enoturismo regionale e a sostenere le imprese del settore della produzione del vino e dei prodotti agroalimentari di qualità, attraverso la realizzazione di iniziative che prevedono il coinvolgimento del mondo della ristorazione.

 

PLAFOND

€ 100.000

 

IMPRESE BENEFICIARIE

Può presentare le domande di finanziamento il soggetto capofila del progetto individuato tra le imprese che hanno sottoscritto un accordo di partenariato e che appartengono alle seguenti categorie:

  • imprese singole o associate di qualunque natura giuridica, attive nel settore Ho.Re.Ca.;
  • agenzie di affari.

 

Le imprese che sottoscrivono l’accordo di partenariato al momento della presentazione della domanda devono:

  • avere una sede operativa nel territorio regionale;
  • essere attive e iscritte Registro Imprese della C.C.I.A.A;
  • appartenere ad una delle seguenti categorie:
  • cantine e Operatori Enoturistici iscritti nell’Elenco Regionale (EROE);
  • birrifici agricoli o artigianali;
  • hotel con ristorante, ristoranti, pizzerie, pub, bar, mense/catering, enoteche in numero minimo di 10;
  • agriturismi iscritti nell’Elenco Regionale degli Operatori Agrituristici (EROA);
  • agenzie d’affari;
  • società che operano nel settore della comunicazione e marketing, associazioni di promozione della cultura enogastronomica (Slow Food, Accademia della Cucina, Associazione di Sommelier, ecc.);
  • tour operator, guide enogastronomiche e stampa di settore.

 

REQUISITI DEL PROGETTO

Il progetto deve prevedere le seguenti azioni:

  • realizzazione di eventi come degustazioni, apericena, cene a tema per la promozione dei vini DOCG, DOC e IGT delle Marche e la valorizzazione dei prodotti alimentari di qualità inclusi nell’elenco delle tipologie degli alimenti da abbinare alla degustazione dei prodotti vitivinicoli così come approvati con la DGR 329 del 13 aprile 2022. Ogni operatore Ho.Re.Ca. partecipante dovrà realizzare un evento che potrà beneficiare al massimo, di un contributo pari a 3.000,00 euro omnicomprensivo che, nel solo caso di apericena, si riduce ad € 2.000,00 per evento. Uno stesso operatore può essere coinvolto solo in n. 1 iniziativa. Almeno un evento ed al massimo 3 dovranno prevedere l’utilizzo di birre agricole o artigianali di produzione regionale;
  • un piano di comunicazione che preveda la promozione delle iniziative previste, specie fuori regione, attraverso stampa, campagna social e digital media, finalizzata a creare flussi turistici interregionali. Nell’ambito del budget progettuale tale voce dovrà incidere per almeno il 30%.

 

Ogni progetto dovrà esser debitamente sostenuto e veicolato, in tutte le sue fasi, attraverso:

  • comunicati stampa e recensioni sui principali quotidiani e riviste di settore;
  • utilizzo di social network e digital media quali strumenti rapidi per raggiungere i consumatori (creazione di eventi, articoli e immagini come testimonianza concreta del lavoro svolto) che includano anche la partecipazione di “food blogger” e “food influencer”;
  • campagne sponsorizzate di social media marketing.

 

Per ogni evento previsto nel progetto devono realizzarsi le seguenti condizioni:

  • dovranno essere presenti almeno n. 20 ospiti;
  • essere coinvolte per ogni iniziativa almeno n. 3 operatori cantine/operatori enoturistici (o tre birrifici nel caso della serata dedicata) che garantiscono la presenza all’evento per raccontare i propri prodotti;
  • deve esserci la presenza di un sommelier che possa descrivere i vini (o le birre) ed i loro abbinamenti ai piatti presentati nell’evento;
  • dovranno essere coinvolti nel progetto, in qualità di partner e fornitore di servizi, tour operator, del territorio, che organizzano l’accoglienza degli ospiti provenienti da fuori regione attraverso la proposta di pacchetti per facilitare la permanenza di alcuni giorni degli stessi;
  • deve essere strutturato un percorso di verifica delle attività con presentazione di una dettagliata rendicontazione sulle presenze esterne e sulle azioni di comunicazione attuate.

 

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le seguenti spese che devono essere rendicontate e appositamente documentate:

  • acquisto dei vini dalle cantine delle Marche (e delle birre artigianali ed agricole) individuati per gli eventi.
  • acquisto dei prodotti agroalimentari di qualità utilizzati per gli eventi di cui all’elenco dell’Allegato A).
  • spese per attività di comunicazione attuata per gli eventi:
  • spese di organizzazione, incluso il costo del sommelier, dell’eventuale sostegno all’ospitalità
  • spese di organizzazione, incluso il costo del sommelier, dell’eventuale sostegno all’ospitalità agli ospiti di fuori regione. Tra le spese rendicontabili potrà essere riconosciuto ad ogni Operatore Ho.Re.Ca. un rimborso forfettario di € 200, per l’utilizzo del personale dipendente della struttura.
  • costi generali (al massimo possono rappresentare il 5% del totale dei costi).

 

IMPORTI AMMISSIBILI E PERCENTUALI DI AIUTO

Ciascun progetto sarà finanziato con una intensità di aiuto pari all’80% della spesa ammissibile fino ad un contributo massimo di 60.000,00 euro.

 

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE

La domanda deve essere presentata tramite SIAR a partire dal giorno 19 agosto 2022, fino al giorno 20 settembre 2022, ore 13.00, termine perentorio.

 

Vuoi essere ricontattato e ricevere una consulenza gratuita?
COMPILA IL FORM

 

Per informazioni: Area Credito Confartigianato

Tel: 071 2293223328 3073025

Email: credito@confartigianatoimprese.net