BANDO APERTO
Bando ‘Innovazione di prodotto sostenibile e digitale’

La Regione Marche per supportare progetti di innovazione e diversificazione di prodotto o servizio che prevedano soluzioni innovative basate sulla “twin transition” (innovazione sostenibile/circolare e innovazione digitale), nonché l’adozione di adeguate strategie commerciali e di marketing incentrate sul prodotto innovato, ha varato il bando ‘Innovazione di prodotto sostenibile e digitale’. 

 

OBIETTIVO

Nell’ambito di un’ampia strategia che mira a rilanciare, attraverso efficaci politiche per la ricerca e l’innovazione, una nuova fase di crescita del sistema produttivo regionale per renderlo più reattivo verso le sfide individuate nella nuova “Strategia di specializzazione intelligente (S3) 2021/2027”, la Regione mira a promuovere la competitività delle imprese marchigiane tramite il sostegno a progetti di carattere innovativo e sostenibile.

 

PLAFOND DISPONIBILE

€ 28.000.000,00

 

IMPRESE BENEFICIARIE

Possono beneficiare delle agevolazioni previste dal presente bando:

  • le micro, piccole e medie imprese (MPMI), in forma singola o aggregata nella forma di contratto di rete, associazione temporanea di scopo o raggruppamento temporaneo;
  • i liberi professionisti.

I soggetti beneficiari devono:

  • essere iscritti nel Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio territorialmente competente e, se liberi professionisti, essere titolari di partita IVA attiva e possedere i requisiti dimensionali di micro, piccola o media impresa:
  • essere attivi ed avere l’attività economica prevalente, come risultante dal certificato CCIAA, non rientrante nei settori di attività esclusi dalla normativa comunitaria applicabile (sono esclusi le imprese della fabbricazione, trasformazione e commercializzazione del tabacco, della pesca e dell’acquacoltura, della produzione primaria dei prodotti agricoli e del settore carboniero);
  • disporre delle risorse e dei meccanismi finanziari necessari a coprire i costi di gestione e di manutenzione per le operazioni che comportano investimenti in infrastrutture o investimenti produttivi, in modo da garantirne la sostenibilità finanziaria;
  • essere in regola rispetto alle disposizioni in materia fiscale, di contributi previdenziali ed assistenziali secondo la vigente normativa;

 

INTERVENTI AMMISSIBILI

Ai fini del presente bando sono ammissibili i progetti d’impresa volti ad introdurre soluzioni innovative di prodotto o di servizio basate sulla transizione digitale e sostenibile, in un’ottica di promozione della digitalizzazione e di riconversione dell’attività produttiva verso un modello di economia circolare e sviluppo sostenibile, e che prevedano l’adozione di adeguate strategie commerciali e di marketing incentrate sul prodotto innovato.

I progetti dovranno obbligatoriamente contemplare interventi in tutte e tre le seguenti categorie.

  • TRANSIZIONE DIGITALE: ampliamento e/o ridefinizione della gamma di prodotti e/o servizi mediante soluzioni basate sulla digitalizzazione applicata al prodotto/servizio medesimo.
  • TRANSIZIONE SOSTENIBILE: ampliamento e/o ridefinizione della gamma di prodotti e/o servizi mediante soluzioni basate sulla transizione ecologica applicata al prodotto/servizio medesimo.
  • STRATEGIA DI VENDITA: soluzioni finalizzate a favorire la commercializzazione dei nuovi prodotti attraverso attività volte all’innovazione della strategia promozionale nei mercati obiettivo, il ricorso a temporary export manager e digital export manager in affiancamento al personale aziendale, analisi e ricerche di mercato per l’individuazione di nuovi mercati e fornitori, sviluppo e rafforzamento dell’immagine aziendale e/o del brand, implementazione del sito web aziendale ai fini dello sviluppo di attività di promozione digitale dell’export, il marketing digitale attraverso uno o più canali digitali, business on line quale attività di innovazione del processo commerciale, social media marketing compreso l’utilizzo degli influencers, di storytellers e storytelling.

Le spese relative alla strategia di vendita dovranno costituire almeno il 10% dell’importo dell’investimento complessivo ammissibile del Progetto.

 

SPESE AMMISSIBILI

Le spese ammissibili dovranno riferirsi agli interventi per cui si inoltra richiesta di contributo, essere coerenti e congrue alle finalità del progetto e funzionali al raggiungimento degli obiettivi indicati e sono così suddivise:

 

PERSONALE 

  • Personale dipendente: costo del personale specialistico in organico (modellisti e stilisti, tecnici di produzione, addetti alle vendite, programmatori/tecnici informatici così come risultante dall’inquadramento aziendale ecc.) per la sola quota di effettivo impiego nel progetto.
  • Personale con contratto flessibile: costi di messa a disposizione di personale altamente qualificato da parte di un organismo di ricerca e di diffusione della conoscenza o di una grande impresa che svolga attività di ricerca, sviluppo e innovazione in una funzione di nuova creazione nell’ambito dell’impresa beneficiaria e che non sostituisca altro personale, sostenuti dall’impresa beneficiaria e non dal soggetto di provenienza del personale messo a disposizione.

L’importo è riconosciuto forfettariamente nella percentuale del 20% dei costi diretti diversi dai costi del personale dell’operazione e determinato con modalità semplificata attraverso l’applicazione del “costo standard unitario”.

 

STRUMENTI E ATTREZZATURE 

Costi relativi a strumentazione e attrezzature, nuovi di fabbrica, acquistate da soggetti terzi nel periodo di realizzazione dello stesso. Sono ammissibili solo spese relative a strumentazione e attrezzature finalizzate ad introdurre le innovazioni rilevanti indicate nel presente bando ed installate/collocate presso la sede per la quale è stato richiesto il contributo.

 

SERVIZI DI CONSULENZA 

Spese per l’acquisizione di servizi di consulenza esterna specialistica non relativa all’ordinaria amministrazione e strettamente necessaria per la realizzazione del progetto (diversi da quelli finalizzati all’innovazione della strategia di vendita di cui alla voce di spesa E); sono ricomprese in questa voce le eventuali spese per le verifiche di conformità agli Orientamenti tecnici della Commissione Europea (2021/ C 58/01) sull’applicazione del principio “non arrecare un danno significativo” (“Do no significant harm – DNSH) ai sensi dell’articolo 17 del Regolamento (UE) 852/2020.

 

BREVETTI, MARCHI E CERTIFICAZIONI 

Spese connesse ai diritti di proprietà industriale (ricerca contrattuale, brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne alle normali condizioni di mercato) e all’ottenimento, la convalida e la difesa di brevetti, ed altri attivi immateriali (marchi, disegni e modelli), nonché spese per l’acquisizione di certificazioni volontarie, marchi e standard di qualità.

 

STRATEGIA DI VENDITA 

Spese relative a servizi di consulenza finalizzati all’innovazione della strategia promozionale, temporary export manager e digital export manager, analisi e ricerche di mercato, sviluppo e rafforzamento dell’immagine aziendale e/o del brand, sito web aziendale, marketing digitale, business on line, social media marketing.

Le spese relative alla strategia di vendita dovranno costituire almeno il 10% dell’importo dell’investimento complessivo ammissibile del Progetto.

 

MATERIALI, FORNITURE E PRODOTTI ANALOGHI 

Costi per materiali, forniture, anche usati, inclusi componenti, semilavorati e loro lavorazioni, acquisiti da fonti esterne alle normali condizioni di mercato, per la realizzazione fisica di prototipi, dimostratori e/o impianti pilota e prodotti analoghi direttamente imputabili al progetto.

 

SPESE GENERALI 

Spese generali (d’ufficio e amministrative): costi indiretti funzionali alla realizzazione del progetto calcolati con un tasso forfettario fino al 7 % dei costi diretti ammissibili.

 

MASSIMALI DI INVESTIMENTO 

Il costo totale ammissibile del progetto di investimento non deve essere inferiore ad Euro 25.000,00 per i progetti realizzati in forma singola e ad Euro 100.000,00 per i progetti realizzati in forma aggregata.

 

CONTRIBUTO CONCEDIBILE  

L’agevolazione verrà concessa sotto forma di contributo a fondo perduto, calcolato in percentuale sull’ammontare di spesa ritenuta ammissibile, secondo l’intensità di aiuto di seguito indicate:

Spese per beni strumentali e immateriali: 

Art. 17 Reg. (UE) 651/2014 e s.m.i. – in regime di esenzione  

  • contributo 20% per le Micro e Piccole Imprese;
  • contributi 10% per le Medie imprese.

 

Art. 14 Reg. (UE) 651/2014 e s.m.i. – in regime di esenzione (maggiorazione del 15%), nel caso in cui l’unità produttiva oggetto del progetto di investimento sia localizzata e operativa al momento della concessione nelle aree ammesse alla deroga di cui all’articolo 107, paragrafo 3, del TFUE previste dalla Carta degli aiuti di Stato a finalità regionale 2022/2027:

  • contributo 35% per le Micro e Piccole Imprese;
  • contributo 25% per le Medie imprese.

 

Costi dei servizi di consulenza 

Art. 18 Reg. (UE) n. 651/2014 e s.m.i – in regime di esenzione:  

  • contributo 50%.

 

Costi per l’ottenimento, la convalida e la difesa di brevetti e altri attivi immateriali; costi di messa a disposizione di personale altamente qualificato; costi per i servizi di consulenza e di sostegno all’innovazione

Art. 28 Reg. (UE) n. 651/2014 e s.m.i – in regime di esenzione: 

  •  contributo 50%

 

Spese di personale; i costi della ricerca contrattuale, delle competenze e dei brevetti acquisiti o ottenuti in licenza, spese generali. 

Art. 29 c. 3 lett. a), c) e d) Reg. (UE) n. 651/2014 e s.m.i – in regime di esenzione: 

  • contributo 50%

 

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DOMANDE

Il programma di investimento dovrà essere avviato successivamente alla data di presentazione della domanda di partecipazione e comunque al massimo entro e non oltre 30 giorni a partire dalla data in cui le imprese ricevono la comunicazione di concessione delle agevolazioni.

Le spese ammissibili sono quelle effettuate (fa fede la data di fatturazione) a partire dalla data di avvio del progetto ed entro la data di conclusione dello stesso, fermo restando che dette spese possono essere quietanzate entro i successivi 60 giorni.

Il programma di investimento dovrà essere concluso entro 18 mesi dalla data di avvio.

 

TERMINI PRESENTAZIONE DOMANDE

Le domande potranno essere presentate dalle ore 10:00 del 08/01/2024 e fino alle ore 13:00 del 28/03/2024.

 

Vuoi essere ricontattato e ricevere una consulenza gratuita?
COMPILA IL FORM

 

Per informazioni: Area Credito Confartigianato

Tel: 071 2293223328 3073025

Email: credito@confartigianatoimprese.net