BANDO APERTO
Bando sostegno alle imprese culturali e creative 2024

La regione Marche ha varato il ‘Bando sostegno alle imprese culturali e creative’. La finalità è quella di sviluppare prodotti e servizi culturali innovativi per business culturale e creativo, anche attraverso la promozione di partenariati creativi e lo sviluppo della cultura partecipativa e di contenuti collaborativi.

 

PLAFOND DISPONIBILE

€ 2.000.000,00

 

IMPRESE BENEFICIARIE

Possono beneficiare delle agevolazioni previste dal presente Bando imprese culturali e creative, comprese Associazioni e Fondazioni, aventi i parametri dimensionali di MPMI, così come definiti sull’Allegato I del Regolamento UE 651/2014, in forma singola o associata fra loro o con le altre filiere produttive del territorio rientranti nei codici ATECO 2007 espressamente previsti dal bando. Tutte le imprese devono aver avviato la loro attività da almeno tre anni dalla data di presentazione della domanda.

 

INTERVENTI FINANZIABILI

Gli interventi, oggetto del presente bando, potranno riguardare:

  • progetti di sviluppo e innovazione organizzativa;
  • progetti di sviluppo e innovazione di prodotti e/o servizi.

 

I nuovi sviluppi tecnologici che uniscono contenuti culturali e nuove tecnologie potranno riguardare:

  • intelligenza artificiale e machine learning per garantire adattabilità dei sistemi e flessibilità;
  • digitalizzazione per la creazione di ambienti immersivi avanzati;
  • reti come base per l’interazione delle piattaforme che offrono servizi;
  • nuove forme di fruizione dell’arte e della cultura;
  • comunicazione, linguaggio, apprendimento;
  • arte e cultura per l’inclusione sociale.

Il programma di investimento dovrà essere concluso entro 18 mesi dalla data di comunicazione di concessione contributo da parte dell’Ente.

 

SPESE AMMISSIBILI

ATTIVI MATERIALI (Beni strumentali, attrezzature, materiali, opere murarie).

Rientrano nella categoria:

  • i beni strumentali e attrezzature nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto (strumentazione, macchinari, impianti, hardware e spese di connessione e impianti, dotazione informatica);
  • costi dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi direttamente imputabili alle attività svolte;
  • opere murarie e assimilate (entro il limite del 20%) solo in caso di opzione De Minimis;
  • fideiussioni, spese legali, spese assicurative, spese notarili, spese generali supplementari;
  • altri costi di esercizio direttamente imputabili al progetto.

 

ATTIVI IMMATERIALI (Beni immateriali, brevetti e consulenze o servizi equivalenti).

Rientrano nella categoria:

  • i beni immateriali, brevetti, licenze e consulenze o servizi equivalenti;
  • spese di progettazione entro il limite del 20%;
  • consulenze di professionisti (gestionali, commerciali, consulenze specialistiche, marketing, internazionalizzazione, etc.);
  • altri servizi strettamente pertinenti alla natura del progetto da finanziare;
  • programmi informatici Know-How conoscenze tecniche non brevettate concernenti nuove tecnologie di prodotti e processi produttivi.

 

SPESE DI PERSONALE (Riconosciute forfettariamente nella percentuale del 20% dei costi diretti dell’operazione diversi dal personale)

Vi rientrano le spese del dipendente e non dipendente (contratti di natura subordinata TD e TI; co.co.co, borse dottorato, assegni di ricerca).

 

CONTRIBUTI CONCEDIBILI e MASSIMALI DI INVESTIMENTO

Le micro, piccolo e medie imprese aventi i parametri dimensionali previsti dal Regolamento (UE) n. 651 del 17 giugno 2014 quali soggetti ammessi a beneficiare delle agevolazioni previste dal presente Bando, possono optare tra contributo in conto capitale in regime di “de minimis” ai sensi del Reg. (UE) n. 1407/2013 o, in subordine, in un contributo in conto capitale in regime di Aiuti di Stato ai sensi del Reg. (UE) n. 651/2014.

La percentuale dell’aiuto alle PMI è del 50% sia con Reg. (UE) n. 1407 /2013 e s.m.i. (a titolo de minimis) sia con Reg. (UE) n. 651/2014 (esenzione).

Il contributo massimo concedibile del presente bando è:

  • per i progetti presentati da imprese in forma singola di € 75.000,00;
  • per i progetti presentati da imprese in forma associata di € 200.000,00.

 

Non sono ammessi a finanziamento:

  • i progetti presentati da imprese in forma singola che sviluppino un contributo inferiore a € 25.000,00;
  • i progetti presentati da imprese in forma associata che sviluppino un contributo inferiore a € 75.000,00.

 

TEMPI, MODALITÀ DI PRESENTAZIONE E SCADENZA

La domanda di partecipazione al bando può essere presentata fino alle ore 12.00 dell’ 8 marzo 2024.

 

Vuoi essere ricontattato e ricevere una consulenza gratuita?
COMPILA IL FORM

 

Per informazioni: Area Credito Confartigianato

Tel: 071 2293223328 3073025

Email: credito@confartigianatoimprese.net