CORONAVIRUSFISCALETRASPORTI
Bonus Paratie per Taxi e NCC

Finalmente pubblicato il DM 9/9/2020 che determina le modalità e gli importi del contributo in favore dei soggetti che svolgono autoservizi di trasporto pubblico non di linea (Taxi e Ncc) a titolo di rimborso delle spese sostenute per la dotazione dei veicoli di paratie divisorie tra il posto guida e i sedili riservati alla clientela (cd. “bonus paratie”) già previsto dal Decreto Cura Italia.

Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, nonché per garantire maggiori condizioni di sicurezza ai conducenti ed ai passeggeri, il Decreto Cura Italia (art. 93, del D.L. n. 18/2020) aveva stabilito un contributo in favore dei soggetti che svolgono autoservizi di trasporto pubblico non di linea (Taxi e Ncc), che dotano i veicoli adibiti ai medesimi servizi di paratie divisorie utili a separare il posto guida dai sedili riservati alla clientela, purché muniti dei necessari certificati di conformità, omologazione o analoga autorizzazione (cd. “bonus paratie”).

Possono richiedere il “bonus paratie” i soggetti che svolgono autoservizi di trasporto pubblico non di linea, in forma individuale o societaria associata. Presupposto per il riconoscimento del contributo, ovviamente, è l’adeguamento dei veicoli utilizzati per lo svolgimento del servizio di trasporto pubblico non di linea, con il montaggio delle paratie di separazione del posto di guida da quelli riservati alla clientela: in tal caso, il contributo è riconosciuto per ciascun veicolo su cui è effettuato il montaggio della paratia, che sia detenuto in proprietà o in locazione finanziaria o ad altro titolo.

Il contributo è commisurato al 50% del costo della paratia divisoria, entro un limite massimo di 150€ per ciascun veicolo su cui è installata, ed è riconosciuto secondo l’ordine temporale di ricezione delle richieste, fino ad esaurimento delle risorse stanziate (che per l’anno 2020 ammontano a 2 milioni di euro).

L’importo spettante è erogato mediante rimborso con accredito diretto sul conto bancario del beneficiario, identificato tramite il codice IBAN indicato nella domanda.

La domanda potrà essere presentata a decorrere dal 20 dicembre 2020 , previa registrazione sulla piattaforma informatica “Bonus paratie” accessibile direttamente o dal sito del MIT. Ai fini dell’identificazione del richiedente, l’accesso alla piattaforma dovrà essere effettuata tramite SPID (sistema pubblico per la gestione dell’identità digitale). All’istanza devono essere allegate copia della fattura relativa all’acquisto ed installazione della paratia divisoria e copia della dichiarazione concernente l’installazione sul veicolo della paratia di cui ai modelli allegati alle circolari relative.

Scarica il DM bonus paratie
ASSOCIATI