LAVORO E WELFARE
Confermato il raddoppio dei “Fringe benefits” per il 2021

Buone notizie dal mondo del Welfare: la conversione in Legge n. 69/2021 del Decreto Sostegni D.L. n.41/2021 conferma anche per l’anno 2021 il raddoppio dei cosiddetti “fringe benefits”, come già avvenuto nel 2020 grazie al decreto n.104/2020 (Decreto Agosto) in risposta all’emergenza Covid.

Si tratta dei benefici esenti da tassazione e da contribuzione, accessori alla retribuzione, che il datore di lavoro riconosce ai propri dipendenti sotto forma di beni e servizi (ad esempio i buoni carburante e i buoni spesa).

Il limite di esenzione IRPEF dall’Art.51 comma 3 del TUIR per i Fringe Benefit da € 258,23 viene raddoppiato per l’anno 2021 fino a € 516,46.

L’innalzamento di tale limite rappresenta sicuramente una misura tangibile e indiretta di sostegno da parte del Governo.

La scelta era già stata molto apprezzata nel corso del 2020 sia da parte dei lavoratori, che hanno visto un incremento del loro potere d’acquisto, sia da parte delle imprese che hanno potuto godere dei benefici contributivi conseguenti al welfare su cifre di maggiore entità favorendo al contempo un miglioramento del benessere percepito dei collaboratori e del clima aziendale.

Considerati gli effetti positivi di questa misura, è auspicabile un prossimo intervento del legislatore anche sugli altri servizi che rappresentano meglio lo spirito  sociale alla base del welfare aziendale: si pensi, ad esempio, alle spese sanitarie, di previdenza, di istruzione, di assistenza alla persona.

In ogni caso, la notizia conferma come il Welfare sia finalmente diventato tema centrale nelle politiche del Governo Italiano, anche grazie al lavoro quotidiano di WelFare Insieme e di Confartigianato.

 

PER INFORMAZIONI

ANCONA: Claudia Connestari – Tel. 071 2293291 – connestari.claudia@cafsic.it
PESARO e URBINO: Emanuela Pau – Tel. 0721 1711778 – emanuela.pau@sitsrl.net

ASSOCIATI