CORONAVIRUSAMBIENTE, SICUREZZA
Covid: il comune di Pesaro concede una riduzione della Tari alle imprese

A seguito delle reiterate richieste di detassazione da parte della nostra associazione di categoria, l’assessore al Bilancio Riccardo Pozzi ha comunicato che il Comune di Pesaro ha recepito la delibera ARERA sullo sconto TARI per le  attività che hanno chiuso durante l’emergenza COVID.

La Delibera Arera prevede uno sconto del 25%  sulla parte variabile TARI solo per alcune categorie del commercio e dell’artigianato: abbigliamento, calzature, filatelia, tende e tessuti, tappeti, cappelli, ombrelli, banchi di mercato di beni durevoli e anche parrucchiere, barbierie, centro estetici.

Per tutte le altre categorie che hanno chiuso durante il lock down, la delibera prevede uno sconto per i giorni effettivi di chiusura, ma anzichè fare differenze tra chi ha chiuso 40 o 60 giorni, il Comune di Pesaro ha preferito applicare a tutti uno sconto del 20% della parte variabile della TARI pari a 73 gg di chiusura. Rientrano in questa scontistica alberghi, ristoranti, bar, caffetterie, fiorai, carrozzerie.

La tariffa sui rifiuti resta invariata per le attività che sono rimaste aperte.

 

Richiedi la consulenza gratuita di un tecnico qualificato

Per supportare e assistere nella richiesta della riduzione le imprese del territorio, Confartigianato, attraverso un tecnico qualificato della società SINCA, mette a disposizione dei propri associati un servizio gratuito di consulenza.

Richiedi la consulenza

 

ASSOCIATI