CORONAVIRUSAMBIENTE, SICUREZZA
Covid: Loreto primo comune a ridurre la Tari

Confartigianato plaude la scelta, “frutto di un dialogo costruttivo”

Ascolto, confronto, collaborazione, sostegno. Sono i quattro punti cardinali che hanno orientato il Comune di Loreto – tra i primi in Italia – a stanziare un importante contributo economico per ridurre la Tari alle imprese chiuse da DPCM in seguito all’emergenza sanitaria da Covid-19.

Confartigianato Imprese Ancona – Pesaro e Urbino plaude la scelta: “E’ apprezzabile che un’amministrazione ascolti la voce degli imprenditori e si faccia carico di agevolare le attività nella lotta complicata verso la ripartenza – sottolineano il Presidente Graziano Sabbatini e il Segretario Generale Marco Pierpaoli – è un segnale di speranza: se anche a livello locale si tende la mano all’economia del territorio, significa non solo alleggerire le aziende e chi le gestisce, ma anche tutta la forza lavoro dell’indotto”.

Un risultato che parte da lontano, “da un lavoro di dialogo che Confartigianato ha avviato con le amministrazioni dei territori – spiega il Segretario Pierpaoli – per richiedere una serie di contributi destinati alle imprese che hanno subito il lock-down, in particolare una riduzione della Tari di pari importo ai mesi di chiusura obbligatori. Un lavoro che sta finalmente iniziando a dare i loro frutti”.

Loreto è così il primo comune di zona a stanziare la riduzione della Tari, tra i primi in Italia. Un gesto che assume un valore ancor più grande se si considera che l’indotto economico della Città Mariana è in gran parte dettato dal turismo religioso, un sistema pesantemente entrato in crisi con l’annullamento dei bus e dei treni di pellegrini. “Questo rende ancora più apprezzabile lo sforzo dell’assessore alle attività produttive di Loreto, Fausto Pirchio, e di tutta la Giunta – rimarca Pierpaoli – per sostenere le aziende più colpite da questa emergenza sanitaria”.

Grazie ad un dialogo serrato con l’assessore, il provvedimento è stato inserito e approvato all’unanimità nell’ultima variazione di bilancio. “Vorrei sottolineare che il voto è stato unanime – scandisce Sabbatini – un segnale importante che l’amministrazione comunale e tutto il consiglio bipartisan, oltre ogni simbolo o bandiera politica, hanno voluto dare alle imprese del territorio lauretano”.

Entrando nello specifico della TARI per il comune di Loreto, era già stato deliberato uno slittamento del tributo con prima rata al 30 SETTEMBRE 2020, seconda rata al 30 NOVEMBRE 2020 e terza rata al 28 FEBBRAIO 2021. Ora Il consiglio comunale, all’unanimità, ha approvato uno stanziamento di 54.000 euro per la scontistica Tari da destinare alle aziende colpite da Covid.

 

Richiedi la consulenza di un tecnico qualificato

Per supportare e assistere nella richiesta della riduzione le imprese del territorio, Confartigianato, attraverso un tecnico qualificato della società SINCA, mette a disposizione dei propri associati un servizio di consulenza.

Richiedi la consulenza

ASSOCIATI