CORONAVIRUSFISCALE
Pressing di Confartigianato: versamenti fiscali verso la proroga al 20 luglio

E’ in arrivo il rinvio al 20 luglio dei versamenti di Irpef, Ires e Iva in scadenza al 30 giugno per gli imprenditori che applicano gli ISA. La prorogasollecitata da Confartigianato, è stata annunciata in un comunicato stampa del Ministero dell’Economia nel quale si informa del prossimo varo di un DPCM per rivedere le scadenze di pagamento. Confartigianato, pur valutando positivamente lo slittamento, considera comunque necessaria una proroga più ampia dei versamenti. In attesa del testo del Dpcm, il rinvio dovrebbe interessare i contribuenti che rispettano entrambe le seguenti condizioni: esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA); dichiarano ricavi o compensi di ammontare non superiore al limite stabilito, per ciascun indice, dal relativo decreto di approvazione del Ministro dell’Economia e delle finanze (pari a 5.164.569 euro).

Al ricorrere di queste condizioni, risulterebbero interessati dallo slittamento al 20 luglio anche i contribuenti che, per il periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2019:

  • applicano il regime forfetario;
  • determinano il reddito con altre tipologie di criteri forfetari;  – dichiarano cause di esclusione dagli ISA.

Aggiornamento 29/06/2020

Spostamento della scadenza dei versamenti al 20 luglio 2020 senza alcuna maggiorazione e ulteriore spostamento dal 21 luglio al 20 agosto 2020, con maggiorazione delle somme da versare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo.

Sulla Gazzetta Ufficiale del 29/6/2020 è stato pubblicato il DPCM 27/6/2020 che provvede alla proroga della scadenza dei versamenti delle imposte autoliquidate in dichiarazione dei redditi per l’anno d’imposta 2019 da parte dei contribuenti soggetti agli Indicatori Sintetici di Affidabilità fiscale (ISA).

La mini–proroga riguarda solo i contribuenti che applicano gli indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa) o che presentano cause di esclusione o di inapplicabilità dagli stessi, e gli altri “collegati” agli Isa, quali, ad esempio, i soci di società di persone e quelli delle società a responsabilità limitata in trasparenza o i collaboratori di imprese familiari, nonché i contribuenti forfettari e i minimi.

Per maggiori informazioni: Area FIscale Confartigianato

ASSOCIATI