CORONAVIRUSLAVORO
Sostegno al reddito dipendenti imprese artigiane: inaccettabile ritardo

“E’ inaccettabile – dichiara il Segretario Generale di Confartigianato Cesare Fumagalli – il ritardo immotivato nel trasferimento delle risorse stanziate dal DL Rilancio per le prestazioni di sostegno al reddito per i dipendenti delle imprese artigiane. Dal 19 maggio è trascorso più di un mese e i soldi non sono ancora arrivati al Fondo di Solidarietà Bilaterale dell’Artigianato che è pronto, da allora, ad erogarli ai lavoratori in sospensione dal lavoro ‘per Covid-19’”.

Il Segretario Generale di Confartigianato sollecita al Governo risposte immediate: “Ci spieghino i Ministri del Lavoro e dell’Economia quale giustificazione può avere il non trasferimento di somme già stanziate. Lo spieghino agli imprenditori artigiani che non sanno più che risposte dare ai loro collaboratori. E’ questa è la capacità di risposta all’emergenza? 37 giorni per trasferire i soldi? Abbiamo un problema davvero grave di cattiva burocrazia”.


Aggiornamento 29/06

Accreditate a Fsba le risorse per sostegno al reddito dei dipendenti delle imprese artigiane

Sbloccata la prima tranche di risorse per le prestazioni di sostegno al reddito dei dipendenti delle imprese artigiane in sospensione dal lavoro ‘per Covid-19’. Da oggi sono infatti nella disponibilità del Fondo di solidarietà bilaterale dell’artigianato parte dei fondi stanziati dal Decreto Rilancio. Ora, quindi, Fsba proseguirà con l’erogazione delle prestazioni già da tempo avviata per i mesi di febbraio e marzo. Il trasferimento delle risorse a Fsba era atteso dal 19 maggio, ripetutamente sollecitato da Confartigianato che, anche ieri, con una dichiarazione alla stampa del Segretario Generale Cesare Fumagalli, ha bollato come “inaccettabile il ritardo immotivato” e ha sollecitato al Governo risposte immediate: “Ci spieghino i Ministri del Lavoro e dell’Economia – ha detto ieri Fumagalli – quale giustificazione può avere il non trasferimento di somme già stanziate. Lo spieghino agli imprenditori artigiani che non sanno più che risposte dare ai loro collaboratori. E’ questa è la capacità di risposta all’emergenza? 37 giorni per trasferire i soldi? Abbiamo un problema davvero grave di cattiva burocrazia”.  “Ora – sottolinea oggi il Segretario di Confartigianato – ci aspettiamoche in continuità vengano accreditate le restanti risorse previste dal Decreto Rilancio“.

ASSOCIATI