IN EVIDENZA
Tari Ancona: “Azzerare la parte variabile per chi non ha lavorato”

Casagrande-Longhi-Ancona-Confartigianato

Almeno un milione di euro. Questo l’importo del contributo che il Comune di Ancona si impegnerà a destinare alle imprese per il sostegno al pagamento della TARI, come annunciato dall’assessore al Bilancio del Comune di Ancona, Ida Simonella, durante un incontro avuto con Confartigianato e le altre associazioni di categoria.

“Accogliamo favorevolmente l’impegno del Comune a destinare un sostegno economico alle imprese per l’abbattimento dei costi della TARI – dichiarano Paolo Longhi, Presidente comitato territoriale Confartigianato Ancona, e Luca Casagrande, Responsabile – si tratta di un segnale di vicinanza importante da parte dell’amministrazione, dato che la situazione rimane complessa per molte attività. Sarebbe però opportuno arrivare all’azzeramento della parte variabile della tassa per chi non ha lavorato e ha sofferto di più, dal momento che arriveranno ulteriori trasferimenti dal Governo che potranno andare ad alimentare la dote messa a disposizione”.

Intanto si avvicina la data del 30 giugno, rispetto alla quale dovranno essere approvate le tariffe TARI. “Auspichiamo si possa continuare a ragionare con l’amministrazione sul tema e che la proficua collaborazione con il Comune prosegua, per affrontare ulteriori questioni di interesse per le imprese”, concludono Longhi e Casagrande.

In foto: a destra Paolo Longhi, a sinistra Luca Casagrande

ASSOCIATI